Monthly Archives: gennaio 2012

Gruppo di Pisa – modalità d’iscrizione per il 2013

Per iscriversi al Gruppo di Pisa, lo Statuto sociale detta nell’art. 5  alcune modalità, tra cui il versamento della quota, per l’anno in corso così fissata (delib. cons. dir. 17.11.11):

I – persone giuridiche, associazioni ed enti: € 250

II – professori universitari di ruolo, magistrati, avvocati, notai ed altri soggetti equiparabili a giudizio del Direttivo: € 80

III – altri soggetti (ricercatori, assegnisti e dottori di ricerca, dottorandi, insegnanti ed altri soggetti equiparabili a giudizio del Direttivo): € 40.

Il rinnovo annuale dell’associazione va effettuato ENTRO E NON OLTRE IL 30 APRILE  2015, onde non incorrere nelle sanzioni di mora e soprattutto per favorire il regolare svolgimento dell’assemblea annuale,:

a) mediante versamento sul conto corrente del Gruppo di Pisa (CF: 93041090502), indicandone la precisa causale (ad es. rinnovo 2015  oppure rinnovo 2015+quote arretrate anni …..), le cui coordinate bancarie sono le seguenti:

IT47-E-05034-14011-000000003046 intestato a  Associazione Gruppo di Pisa

Il rinnovo favorisce il regolare svolgimento dell’Assemblea annuale (che si terrà a Campobasso, in occasione del Convegno annuale), nonché il ricevimento dei volumi pubblicati dal Gruppo di Pisa nell’anno in corso. A tale ultimo fine si invitano tutti i soci a compilare il modulo predisposto e inviarlo, unitamente al versamento della quota, al seguente indirizzo: direttivo@gruppodipisa.it

Antonio Ruggeri

Davvero inammissibili i referendum elettorali per la (supposta) impossibilità di “reviviscenza” della normativa previgente rispetto a quella oggetto di abrogazione popolare? (A prima lettura di corte cost. n. 13 del 2012)

(31.01.12)

Stefano Agosta

Dalla leale collaborazione alla tutela dei diritti fondamentali (e ritorno): il cerchio che si chiude nell’esperienza regionale siciliana

(31.01.12)

Andrea Pertici

La Corte costituzionale conferma la propria giurisprudenza: quesiti referendari inammissibili se la normativa elettorale “di risulta” non è direttamente applicabile

(25.01.12)

Vincenzo Casamassima e Andrea Frangioni

Introduzione al volume Parlamento e storia d’Italia

(01.02.12)

Antonio Ruggeri

Summum ius summa iniuria, ovverosia quando l’autonomia regionale non riesce a convertirsi in servizio per i diritti fondamentali (a margine di Corte cost. n. 325 del 2011)

(29.12.11)